Avviso di liquidazione: come risolvere!

L'avviso di liquidazione: ti spieghiamo cos'è e come puoi risolverlo!

Hai ricevuto un avviso di liquidazione da parte dell’Agenzia delle Entrate e vuoi saperne di più?

Ecco quello che ti serve sapere!

1. Cos’è l'avviso di liquidazione?

L'avviso di liquidazione è l’atto con cui l’Agenzia delle Entrate rende noto al contribuente quali sono le imposte da pagare a seguito del controllo effettuato sulle dichiarazioni oppure sugli atti tassati ai fini dell'imposta di registro oppure ai fini dell'imposta sulle donazioni e successioni.

È un atto che viene utilizzato inparticolare nell’ambito dei controlli fiscali sulle imposte indirette: impostadi registro, imposta sulle donazioni e successioni e imposte ipotecaria ecatastale.

Se vuoi contestare la liquidazione dell’imposta effettuata dall’Agenzia delle Entrate, potrai farlo!

Te lo spiego più avanti, continua a leggere!

2. Come avviene la liquidazione delle imposte da parte dell’Agenzia delle Entrate?

L'Agenzia delle Entrate effettua il controllo sulla base dei dati e degli elementi che la stessa desume direttamente dalle dichiarazioni che hai presentato (nel caso di imposta sulle successioni e donazioni) e che desume dagli atti (giudiziari oppure dagli attidi compravendita di immobili, ad esempio) che vengono registrati (ai fini dell’imposta di registro e delle imposte ipotecarie e catastali).

Anche se l’avviso di liquidazione rappresenta un atto con cui si effettua un controllo sulla liquidazione dell’imposta, appunto, devi sapere che l’Agenzia delle Entrate ha comunque un obbligo di motivare in modo preciso la richiesta fatta con questo atto.

Ove ciò non avvenga, l’atto di liquidazione può essere annullato dal giudice.

3. Avviso di liquidazione Agenzia delle Entrate: come gestire la richiesta del Fisco.

Ci sono 3 modi per gestire erisolvere la notifica di un avviso di liquidazione.

Soluzione n. 1 – Acquiescenza

Se hai torto, se quindi la richiesta da parte dell’Agenzia delle Entrate è corretta, se puoi permettertelo, puoi decidere di pagare quanto richiesto dall’Agenzia delleEntrate entro il termine di 60 giorni.

Ricorda. Se non paghi entroquesto termine, le somme richieste verranno iscritte a ruolo e inserite dentrouna cartella di pagamento, con l’aggiunta di sanzioni.

Soluzione n. 2 – L’autotutela tributaria

Il secondo modo con cui puoi risolvere invece è contestare direttamente l’avviso di liquidazione mediante un’autotutela tributaria. È una semplice richiesta che puoi presentare autonomamente all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate che ha emesso l’atto concui richiedi l’annullamento o la correzione dello stesso.

Soluzione n. 3 – Il ricorso tributario

La terza soluzione che puoi attuare è presentare un ricorso tributario in Commissione Tributaria Provinciale nominando un difensore. Ricorda, però, che hai 60 giorni di tempo per presentare ricorso. Non deciderti, quindi, all’ultimo minuto.

4. A chi devi rivolgerti per risolverela notifica di un avviso di liquidazione?

Per gestire e risolvere sin dasubito la richiesta di maggiori imposte, fatta dall’Agenzia delle Entratemediante l’avviso di liquidazione, devi rivolgerti alle figure competenti. Sitratta:

- dell’avvocato tributarista;

- del dottore commercialista.

 

Molte persone si sono rivolte a Noi per risolvere in via definitiva il loro debito fiscale.

Se anche tu hai ricevuto un avviso di liquidazione e vuoi risolvere definitivamente, annullando o riducendo in modo consistente il debito tributario, contattaci compilandoil form che trovi in fondo a questa pagina.

Compila il form: ti richiamiamo entro 1 ora e troviamo la soluzione migliore per annullare o ridurre il debito fiscale in 48 ore!

*Sei un commercialista o un avvocato?

Vai al form apposito!
Ti informiamo che i dati che fornirai saranno trattati esclusivamente ai fini della stipulazione del preventivo da parte di 4tax. Il conferimento dei dati è facoltativo; in mancanza, tuttavia, non potremo valutare la tua richiesta. In ogni caso il trattamento verrà effettuato adottando misure di sicurezza idonee nel rispetto del Regolamento 679/2016 (“GDPR”). Il trasferimento di dati a parti terze (Google, Webflow) non avverrà senza avere ottenuto preventivamente il Tuo esplicito consenso.  Il titolare del trattamento è 4tax - mail 4tax@4tax.it. Contattando il titolare hai diritto a richiedere l’accesso ai Tuoi dati, la rettifica o la cancellazione degli stessi, la limitazione del trattamento o la possibilità di opporsi al trattamento, la portabilità dei dati, di revocare il consenso al trattamento facendo valere questi e gli altri diritti previsti dal GDPR.
Grazie, la tua richiesta è stata inviata con successo!
Oops! Qualcosa non va, controlla bene i dati!